La Balena Bianca

POSTED ON 4 Feb 2023 IN Landmark      TAGS: travel, waterfall      

Balena Bianca /01

La Balena Bianca è una formazione calcarea (di acque sulfuree) molto particolare che si trova a Bagni San Filippo, una piccola frazione del comune di Castiglione d’Orcia in provincia di Siena, alle pendici del Monte Amiata. Si trova al termine (o quasi) di un percorso termale immerso nella natura e colpisce l’occhio per il suo colore bianco e per la forma che sembra, appunto, quella di una gigantesca bocca di balena. Ci siamo arrivati quasi per caso (non è molto conosciuta) su consiglio di un turista: l’acqua non è caldissima come in altre località termali, ma l’insieme di vasche e cascatelle è davvero affascinante.

La cascata viene comunemente chiamata La Balena Bianca per la sua forte somiglianza alla bocca di una balena: questa formazione calcarea è la più impressionante di tutta l’area termale di San Filippo, NON si può camminare sopra, la formazione è delicata! L’acqua, infatti, sgorga dal terreno circostante ad una temperatura di circa 48°C, per cui è calda, molto calda, e ciò permette di fare il bagno sia d’estate che d’inverno. La quantità d’acqua che sgorga e scende dalla Balena Bianca cambia molto spesso, ecco perchè l’aspetto ed i colori della formazione calcarea offrono continuamente uno spettacolo nuovo e diverso. Durante l’inverno, infatti, le acque termali si mescolano con l’acqua piovana che contiene materiale organico, motivo per cui la formazione varia nel colore e nell’aspetto, vertendo verso un marrone verdastro o rossastro.

Io chiaramente non mi sono dedicato alle acque termali (l’idea di infilarmi nelle vasche non mi ha nemmeno sfiorato), ma ho preferito fotografare i bagnanti molti dei quali (nonostante i numerosi avvisi) camminavano maleducatamente sulla formazione calcarea. Ho utilizzato il 24-105 alla massima focale e ho rubato qualche ritratto. Il testo di Ruggeri che ho messo in calce non ha nessuna attinenza, anzi, è più orientato verso Melville. Ma è una canzone che ho ascoltato per lungo tempo, il titolo è perfetto e mi sono ritrovato a cantarla mentre cercavo di trovare qualche foto interessante.

Balena Bianca /02Balena Bianca /03

Dimmi la bianca balena stasera dov’e’
Nella tempesta infinita non c’e’
Mondo di uomini fatto di uomini soli
– Enrico Ruggeri

Papaveri, Belvedere e controluce

POSTED ON 16 Gen 2023 IN Landscape, Landmark      TAGS: travel, nature, sunrise, flowers      

Papaveri, Belvedere e controluce

Il Belvedere tra i papaveri

POSTED ON 16 Gen 2023 IN Landscape, Landmark      TAGS: travel, nature, sunrise, 50ne      

Il belvedere fra i papaveri

Il podere Belvedere all’alba è un classicissimo della fotografia di landscape in Italia: vengono da tutto il mondo e non di rado capita di trovare decine di fotografi appostati nell’erba alla ricerca dello scatto perfetto. Io non potevo esimermi, sono andato una mattina di maggio e per fortuna ho trovato un solo compagno di avventura, anche poco loquace (doppia fortuna). Avevo la malcelata speranza che dal buio spuntasse un’alba interessante: sfruttando il periodo di fioritura dei papaveri mi ero messo in testa di fotografare il rosso sfuocato in primo piano e il podere sullo sfondo. Polarizzatore circolare, treppiede, pazienza in dosi massicce (sono arrivato al buio alle 5 di mattina, l’ultima foto riporta come orario 6.37), umidità e quasi 200 scatti, ma poco dopo le 6 sono riuscito a trovare la giusta ripresa, comunque molto vicina all’idea che avevo in mente quando la sera prima avevo impostato la sveglia alle 4.30 del mattino.

Palazzo Pieri

POSTED ON 16 Dic 2022 IN City & Architecture      TAGS: travel, fish-eye, zenit      

Palazzo Pieri

Notturno in piazza San Donato

POSTED ON 8 Dic 2022 IN City & Architecture      TAGS: travel, night, silver, square      

Notturno in piazza San Donato

Saeta Negra

POSTED ON 8 Dic 2022 IN Street      TAGS: travel, silver, longexposure, square      

Saeta Negra

Pitigliano

POSTED ON 5 Dic 2022 IN Landscape      TAGS: travel, sunset, sky, clouds      

Pitigliano /01

Pitigliano /02

Attese -al tramonto-

POSTED ON 5 Dic 2022 IN Street      TAGS: travel, sunset, backlight      

Attese -al tramonto-

Le guardie dell’Imperatore

POSTED ON 21 Ott 2022 IN Landmark      TAGS: travel, night      

Le guardie dell'Imperatore

Tra Stella e Mare

POSTED ON 20 Ott 2022 IN City & Architecture, Street      TAGS: travel      

Fra Stella e Mare /04

Non saprei proprio come catalogare questo racconto di Portoferraio, ma credo che possa dividersi fra street e immaginazione. Al termine della tre giorni elbana, con il gruppo di IgersPiemonte, abbiamo trascorso due ore a fotografare il centro storico della capitale dell’isola. Il tempo è sempre tiranno e quindi abbiamo raccontato il pochissimo che siamo riusciti a intravedere: siamo partiti in direzione opposta e contraria verso l’alto, raggiungendo il pittoresco Forte Stella (2 euro d’ingresso spesi bene), poi siamo ridiscesi verso il basso fra piazze, scalinate e tunnel, sino a raggiungere il mare. È un tipo di fotografia che mi piace, soprattutto se realizzata in gruppo (anche se tendo a distrarmi): credo sia un ottimo modo per migliorarsi e comprendere punti di osservazione diversi dal proprio. Sono tante foto, molto distanti tra loro, un concetto diverso dal reportage e dal racconto fotografico: è un potpourri di immagini senza filo logico se non quello cronologico e geografico. È un processo che tempo fa non avrei seguito e forse nemmeno compreso, ma prendetelo così: senza capo e senza discepoli.

Fra Stella e Mare /03Fra Stella e Mare /05

Fra Stella e Mare /06Fra Stella e Mare /10Fra Stella e Mare /11

Forte Stella costituisce, insieme a Forte Falcone e alla Torre della Linguella, uno di nuclei principali delle fortificazioni medicee costruite da Giovan Battista Bellucci e Giovanni Camerini.
Come indica la lapide posta alla destra della grande porta di ingresso, Forte Stella fu eretto nel 1548 da Cosimo I Granduca di Toscana, in difesa della città di Cosmopoli. Con pianta stellare (da cui il nome), il Forte si erge a 49 m s.l.m., a dominio delle scogliere settentrionali, del golfo e della città di Portoferraio.

Fra Stella e Mare /09Fra Stella e Mare /08

Fra Stella e Mare /07

Fra Stella e Mare /12Fra Stella e Mare /13

Fra Stella e Mare /14Fra Stella e Mare /15Fra Stella e Mare /16

Fra Stella e Mare /01Fra Stella e Mare /02

Fra Stella e Mare /17Fra Stella e Mare /18Fra Stella e Mare /19

Fra Stella e Mare /20Fra Stella e Mare /21

Fra Stella e Mare /22

Tenuta La Chiusa

POSTED ON 18 Ott 2022 IN Landscape      TAGS: travel, sky, clouds      

La Chiusa /01

La Chiusa /02La Chiusa /03

Il castello del Volterraio

POSTED ON 18 Ott 2022 IN Landmark      TAGS: travel, castle, monument      

Volterraio /20

Dovrei descrivere e raccontare una tre giorni davvero strana all’isola d’Elba, ma non voglio tediare nessuno con storie lunghe di amicizia e di incontri; credo basti sapere che dal 14 al 16 ottobre si è tenuta, sull’isola del ferro, l’assemblea annuale di #IgersItalia e ho partecipato per la prima volta in qualità di local (si chiamano così) di #IgersCuneo (seguiteci).

Tre giorni estremamente intensi di fotografia ed emozioni su un’isola per me completamente sconosciuta. Ho incontrato nuovi e vecchi amici, scalato una montagna, assaggiato piatti buonissimi, degustato calici elbani di rara qualità, camminato, ancora fotografato, parlato, studiato, pubblicizzato, storie, foto, racconti, vita.

Fra le escursioni previste dal programma al sottoscritto è capitata la più impegnativa dal punto di vista fisico: un trekking abbastanza complicato (a parole, poi in realtà relativamente semplice) per giungere al Castello del Volterraio, la più antica fortificazione dell’isola d’Elba. Un luogo meraviglioso dal quale si può ammirare in tutta la sua bellezza il golfo di Portoferraio. La scelta delle immagini non è molto razionale, ho deciso per una sorta di ordine cronologico per raccontare il Castello e l’ascesa alla vetta; non è un vero e proprio reportage, ma un insieme di immagini singole, direi quasi una raccolta di foto da instagrammare. Ma d’altronde il focus della giornata era proprio quello.

Acquistato dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano nel 1999, il castello era in forte stato di decadenza. Nel gennaio del 2016 si è conclusa la prima fase dei lavori previsti per il restauro atti a mettere in sicurezza la fortezza e a ripristinare alcuni elementi architettonici tra cui l’ingresso originale, il cammino di ronda perimetrale e il recupero della torre con passerella e della cappella. Il 18 luglio 2017 è stato presentato il risultato del completamento della seconda fase dei lavori. Sono stati migliorati gli antichi sentieri di accesso, con scalini di legno e passamani nei punti più impervi, rendendo la struttura più accessibile e, con la collaborazione della Soprintendenza archeologica, è stata recuperata la pavimentazione originaria.

Volterraio /01Volterraio /02Volterraio /03

Volterraio /04

…esso vi appare fosco tra le nuvole, misterioso sotto il sole, maschio e solitario come un guerriero che attenda sempre, da sempre e per sempre nella sua armatura di roccia la chiamata a strenue difese. Non è soltanto bello, il Volterraio è fascinoso, arcano, potente; vive in un suo segreto profondo, al di sopra delle sventure umane e degli stessi eventi di cui è stato protagonista.
– Gin Racheli, “Le isole del Ferro”

Volterraio /05Volterraio /06Volterraio /07

Volterraio /09Volterraio /12

Volterraio /08Volterraio /10Volterraio /11

Volterraio /16Volterraio /17

Volterraio /13Volterraio /14Volterraio /15

Volterraio /19

Volterraio /18Volterraio /21

Unusual place

POSTED ON 23 Set 2022 IN City & Architecture      TAGS: travel, below      

Unusual place

Before the light goes out

POSTED ON 22 Set 2022 IN City & Architecture      TAGS: travel, below      

Before the light goes out

Per le vie del Borgo

POSTED ON 21 Set 2022 IN City & Architecture      TAGS: travel      

Per le vie del Borgo

Slavin -Memoriale di Guerra-

POSTED ON 4 Apr 2022 IN Landmark      TAGS: travel, selfie, monument      

Slavin -Memoriale di guerra-

La mattina del 4 aprile, dopo una incursione aerea e un attacco di artiglieria, partì la fanteria con supporto di carri armati sovietici e rumeni e copertura fornita da navi della flotta sovietica nel Danubio. L’esercito fascista fu sopraffatto, ma la battaglia proseguì in forma di guerriglia urbana dove agivano alcuni gruppi della Guardia di Hlinka e delle SS. Nel pomeriggio le truppe dell’Armata Rossa raggiungevano i bordi occidentali della città cacciando i tedeschi e concludendo vittoriosamente i combattimenti. Nella battaglia rimasero uccisi 742 soldati sovietici, insieme a 470 tedeschi e ungheresi, e 121 civili.

Le vittime sovietiche sono sepolte sulla collina dello Slavín, vicino al centro di Bratislava, ove era presente un cimitero da campo. Qui fu eretto nel 1957-1960 un grande memoriale progettato da Ján Svetlík per commemora la liberazione della Slovacchia ad opera dell’Armata Rossa e i tanti caduti. Il monumento ha un atrio centrale che riporta statue, iscrizioni e un sarcofago di marmo bianco, chiuso all’interno di un portico colonnato perimetrale sui quattro lati, sulle pareti del quale sono apposte lapidi con le date della liberazione delle principali città della Slovacchia.

L’opera, visibile da molti angoli della città, è sormontata da un obelisco sulla cui cima c’è, a 42 metri di altezza, una statua di un soldato sovietico che issa una bandiera. Il terreno circostante ospita le salme di 6.845 soldati sovietici suddivise in 6 sepolture collettive e 278 individuali. Si tratta di oltre un decimo dei più di 63 mila soldati dell’Armata Rossa uccisi nella guerra di liberazione dal fascismo della Slovacchia e dell’Europa. Nel 1961 lo Slavín fu dichiarato Monumento culturale nazionale.

          Older »