contatore gratis

La voliera liberty

POSTED ON 21 Nov 2023 IN Reportage     TAGS: URBEX, liberty, fish-eye

La Voliera Liberty /03

I miei contatti/amici conoscono perfettamente la passione del sottoscritto per il fish-eye. L’occhio di pesce è un obbiettivo particolare, che si può utilizzare raramente, per pochi scatti e quindi generalmente è poco utilizzato. Per me rappresenta lo scatto diverso dal solito, lo scatto che può uscire dagli schemi e donare al reportage una prospettiva più intrigante: se il soggetto ha delle forme rotondeggianti diventa difficile, quasi impossibile, resistere. E quando mi sono imbattuto in questa splendida, ma piccola voliera liberty non ho esitato un secondo a sfoderare il mio Sigma 15mm f/2.8 EX DG Diagonal Fish-eye. Per queste foto ho utilizzato due obbiettivi particolari, ma la voliera richiedeva il grandangolo: il Laowa 11mm f/4.5 FF RL e ovviamente il fish-eye. Sono due lenti che mi piace definire bizzarre, piccole e che utilizzo poco, ma che comunque voglio avere sempre con me in urbex. Perché quando meno te lo aspetti arriva il loro momento. E non tradiscono mai.

La Voliera Liberty /01La Voliera Liberty /04

La Voliera Liberty /02La Voliera Liberty /05La Voliera Liberty /06

La palazzina Liberty di Ferrania

POSTED ON 1 Apr 2023 IN Reportage     TAGS: URBEX, industrial, liberty, drone

La palazzina Liberty di Ferrania /06

Di fronte alla vecchia fabbrica della Ferrania trova spazio una strana palazzina in stile liberty. È la centrale Elettrica SIPE, ormai abbandonata da tempo e vincolata dalla Soprintendenza ligure dal 2016. È bellissima. Costruita nel 1916 su progetto dell’architetto milanese Cesare Mazzocchi mostra ancora la sua antica bellezza, nonostante sia dimenticata da anni, con le meravigliose decorazioni geometriche, gli enormi finestroni e il ferro battuto. I disegni originali del progetto -studiati da Alberto Manzini- sono conservati presso l’archivio del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (MART) e riprodotti presso il Ferrania Film Museum.

La palazzina Liberty di Ferrania /01La palazzina Liberty di Ferrania /05

La palazzina Liberty di Ferrania /03La palazzina Liberty di Ferrania /04La palazzina Liberty di Ferrania /02

Palazzo Bordoni

POSTED ON 20 Mar 2023 IN Reportage     TAGS: urbex, liberty

Palazzo Bordoni /01

Palazzo Bordoni certo non si nasconde: appena si entra in Altare, arrivando dal mare, appare maestoso, in alto, come a dominare il paese e la sottostante via Gramsci. E poi quando arrivi davanti all’entrata un cartello indica che fa parte dell’itinerario Napoleonico come fosse un museo visitabile; ed in effetti è visitabile anche se non c’è nulla: il cancello è aperto, si segue una stradina sterrata dove la vegetazione ha preso il sopravvento e si arriva davanti al portone d’ingresso, ovviamente spalancato. È quasi difficile definirlo urbex, nonostante sia abbandonato da tantissimi anni sembra quasi che dopo gli scalini, sulla destra, possa esserci la biglietteria.

Palazzo Bordoni, villa imponente. Fu edificata nel 1904 per volere dell’omonimo avvocato che la commissionò all’ingegnere savonese Martinengo. Il palazzo si presenta con un’altalena di stile che un po’ ricorda il liberty, un po’ il barocco. Che cosa ci colpisce? La scala: maestosa. È l’anima del palazzo. La sua ringhiera, motivo floreale in ferro battuto, accompagna gradini di marmo verde e si snoda sinuosa come si conviene a una signora di classe. Ti porta fino alla sua sommità, fino al ballatoio. La stessa scala, nel 1991, fu vincolata dalla Soprintendenza come bene di importanza storica.

Durante il secondo conflitto mondiale Palazzo Bordoni ospitò il battaglione San Marco che fissò qui il suo quartier generale in quanto Altare era un valico di notevole importanza strategica per l’accesso dalla Liguria verso il Piemonte. Negli ultimi decenni del secolo scorso si parlò ripetutamente di recupero, ma ovviamente furono spese solo parole e nessuna azione concreta. Ad oggi il terzo piano è assolutamente inagibile, il ballatoio inizia a dare segni di cedimento e la meravigliosa scala in marmo verde e ferro battuto è pericolante e pericolosa. Palazzo Bordoni è uno di quei luoghi che non si può nascondere, ma che anzi deve condiviso il più possibile perché non merita di finire nel dimenticatoio.

Palazzo Bordoni /07Palazzo Bordoni /18

Palazzo Bordoni /08Palazzo Bordoni /09Palazzo Bordoni /12

Palazzo Bordoni /13

» CONTINUA A LEGGERE «

Villa Camilla

POSTED ON 1 Giu 2022 IN Reportage     TAGS: URBEX, liberty

Villa Camilla /04Villa Camilla /22

Villa Camilla /03

Villa Camilla è una delle più belle dimore della Val Seriana. Si trova ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, e fu costruita, su progetto dell’architetto Virginio Muzio, come regalo di nozze che l’imprenditore del cemento Augusto Pesenti fece alla sua sposa Camilla Donadoni. Attualmente la villa è in vendita. Fu costruita nel 1895 in stile neorinascimentale, riconoscibile immediatamente dal trattamento bugnato dell’esterno, tipico delle residenze progettate e disegnate da Muzio. In tutta la Villa si nota l’utilizzo massiccio del cemento, l’utilizzo della pietra era vietato, e non poteva essere altrimenti dato che i Pesenti erano riconosciuti come grandi innovatori del settore e che ad Alzano Lombardo veniva prodotto il Portland, un cemento dalle straordinarie caratteristiche molto adatto sia alla costruzione che alla decorazione. Il cemento è utilizzato sia nella nelle fondamenta che nella rifiniture come le colonne, i capitelli, i bassorilievi e addirittura nelle piastrelle. Anche il giardino e le pertinenze furono disegnate da Virginio Muzio e merita particolare attenzione la meravigliosa serra progettata in stile Liberty che ancora oggi, a distanza di oltre cento anni, raccoglie un fascino e un eleganza fuori dalla norma.

Villa Camilla, nota anche come villa Augusto Pesenti, fu costruita del 1895 ed è la piena espressione di quella delicata epoca a cavallo tra Otto e Novecento, così densa di aspetti innovativi e di radicamenti alla tradizione che si traduce in manifestazioni di grande ricercatezza decorativa. (da Cose di Bergamo)

Villa Camilla /05Villa Camilla /06

» CONTINUA A LEGGERE «

Villa Liberty (e adrenalina)

POSTED ON 22 Feb 2019 IN Reportage     TAGS: URBEX, liberty

Villa Liberty #01

Questa è un’esplorazione che risale già a qualche tempo fa, siamo nel lontano Aprile 2018. E’ una villa che potremmo definire Liberty (ma non sono un esperto di movimenti stilistici), risalente al secolo scorso. E’ stata una visita ad alto livello di adrenalina. Quando siamo entrati nella prima stanza abbiamo notato subito un giaciglio recente (materasso, coperta, acqua): qualcuno aveva passato la notte (o più probabilmente le notti precedenti) in quella casa abbandonata. Comunque una sola persona. Ho fotografato con un po’ di agitazione e questo si percepisce dalle foto, la fretta è cattiva consigliera anche in fotografia. L’ambiente era molto buio e di conseguenza i tempi di esposizione molto lunghi (e questo non ha aiutato). Ho lavorato in post-produzione per ottenere qualcosa di passabile, ma probabilmente sarebbe necessaria una seconda visita: magari più tranquilla. :-)

Villa Liberty #04Villa Liberty #12Villa Liberty #14

Villa Liberty #02Villa Liberty #03

Villa Liberty #06Villa Liberty #07Villa Liberty #08

Villa Liberty #10Villa Liberty #05

Villa Liberty #11Villa Liberty #09Villa Liberty #13