photosnever sleep
Ex Ospedale di Mondovì

Ex Ospedale Mondovì #01

L’ospedale Regina Montis Regalis di Mondovì è stato inaugurato il 4 aprile 2009 alla presenza di Mercedes Bresso, allora presidente della regione Piemonte. Ad oggi sono trascorsi 2582 giorni da quella data, e non sono pochi. Quel giorno si è fatto un passo avanti, una svolta importante per la città: il passaggio dall’antico al moderno, dal vecchio al nuovo. E il vecchio Ospedale di Santa Croce? Niente, dimenticato, lasciato morire: vuoto, bellissimo, inutilizzato. E’ un palazzo enorme: è stato progettato dal celebre architetto ed ingegnere monregalese Francesco Gallo (1738-61) e si trova a Piazza, una delle zona più belle di Mondovì. La provincia ne è entrata in possesso nel 2010 e, secondo gli accordi originari, nel vecchio nosocomio avrebbero dovuto essere trasferite una parte delle scuole della città. Almeno sulla carta. E invece? Niente di tutto questo, nulla, zero assoluto. Una delle tante storie italiane di degrado e abbandono. In pieno centro storico di Mondovì. Non è l’unica.

Ex Ospedale Mondovì #22Ex Ospedale Mondovì #03Ex Ospedale Mondovì #05Ex Ospedale Mondovì #21

Ex Ospedale Mondovì #02Ex Ospedale Mondovì #04Ex Ospedale Mondovì #06

Ex Ospedale Mondovì #08Ex Ospedale Mondovì #07

Ad oggi il vecchio Ospedale giace morente, con le finestre rotte, i vetri rotti, le porte spalancate, l’intonaco che cede. Non è certo uno spettacolo meraviglioso, ma sicuramente è una pessima figura per la città. Chiunque può entrare e suppongo che le visite di curiosi, studenti, avventurieri, senzatetto e vagabondi (e fotografi un po’ rincoglioniti) non siano state poche in questi sette anni. Ma nonostante questo la struttura mantiene una sua eleganza e sobrietà: è abbandonato, ma con dignità. Dentro si intuisce la storia, si percepisce la sofferenza: i suoi muri raccontano la vita e la morte di migliaia di persone. E chi, in questi anni, ha visitato la struttura ha rispettato, almeno in parte, la storia. Solo le finestre, soprattutto ai piani superiori, sono rotte, quasi sempre dall’esterno: probabilmente utilizzate come bersaglio per un gioco di ragazzini. La maggior parte dei danni sono dovuto al tempo che passa e all’incuria di chi dovrebbe occuparsene. E invece non lo fa.

Ex Ospedale Mondovì #09Ex Ospedale Mondovì #10Ex Ospedale Mondovì #11

Ex Ospedale Mondovì #14Ex Ospedale Mondovì #12

Ex Ospedale Mondovì #15Ex Ospedale Mondovì #16Ex Ospedale Mondovì #17

Ex Ospedale Mondovì #18Ex Ospedale Mondovì #19Ex Ospedale Mondovì #20Ex Ospedale Mondovì #27

Io non conosco i possibili utilizzi per una struttura come l’ex Ospedale di Mondovì: è un edificio antico, costruito con canoni ormai passati. Difficile ipotizzare un suo nuovo utilizzo: i costi per la messa in sicurezza e per la ristrutturazione potrebbero essere enormi. E come al solito sono scettico. Quanto potrebbe costare alla collettività? Ne vale la pena? Una cosa è certa: qualcosa deve essere fatto, e anche velocemente. Perché vederlo in queste condizioni è un peccato mortale e fa piangere il cuore.

Ex Ospedale Mondovì #28Ex Ospedale Mondovì #29Ex Ospedale Mondovì #30

Ex Ospedale Mondovì #31Ex Ospedale Mondovì #32

Ex Ospedale Mondovì #33Ex Ospedale Mondovì #34Ex Ospedale Mondovì #35

Ex Ospedale Mondovì #23Ex Ospedale Mondovì #24Ex Ospedale Mondovì #25Ex Ospedale Mondovì #26

C’è voluta una segnalazione della Polizia municipale di Mondovì, per far capire alla Provincia di Cuneo che era il caso di fare qualcosa per il vecchio ospedale di Mondovì Piazza. Purtroppo non stiamo parlando di svolte nell’iter (fermo da anni) per la ristrutturazione e per il trasferimento dei Licei. Ma almeno ora c’è una determina che affida a una ditta un intervento di “chiusura degli accessi”.

La Provincia è entrata in possesso del padiglione “Gallo” dal novembre 2010, dopo l’apertura del nuovo ospedale “Montis Regalis”, alla periferia della città. Fu concesso in comodato gratuito dall’Asl, e lì prima o poi dovrebbero trasferirsi i Licei. «Sono pervenute, da parte della Polizia Municipale di Mondovì, varie segnalazioni – si legge nella determina provinciale – inerenti la presenza di persone non autorizzate nei locali del suddetto immobile e il passaggio di veicoli nel cortile e nella strada di pertinenza. A seguito di sopralluogo effettuato dai tecnici provinciali si è constatata la necessità di procedere alla messa in sicurezza dell’immobile e delle pertinenze mediante chiusura di tutti gli accessi carrai e pedonali oltre alla chiusura delle porte e finestre site a piano terra dell’immobile».

Del lavoro si occuperà la srl “Ediltre costruzioni” di Fossano, impegnata “in parallelo” in un lavoro alle scuole che sorgono proprio a fianco del vecchio ospedale. L’ingresso del vecchio Pronto soccorso verrà chiuso da un pannello in ferro, così come l’ingresso dal lato-scuole (verrà sistemato anche il cancello), i serramenti al piano terra verranno chiusi e saldati e le porte di ingresso tamponate. (via Unione Monregalese)

Ex Ospedale Mondovì #13Ex Ospedale Mondovì #36

Related Post

COMMENTI: 7
Lascia un commento
L'indirizzo E-Mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *
Nome: *
E-Mail: *
Sito:
Commento: *
*