contatore gratis

La Chiesa Verde

POSTED ON 3 Mag 2022 IN Reportage

La Chiesa Verde /01

Ho inseguito la Chiesa Verde per lunghissimo tempo, un’attesa infinita. Le notizie, frammentarie, dal mondo urbex mi lasciavano intendere che forse non era destino e che il Verde non era un colore adatto al sottoscritto. Poi un giorno ho tentato, quasi casualmente, e ho trovato la porta spalancata, una tranquillità che non immaginavo, una bellezza abbandonata e memorabile. Purtroppo questa Chiesa è un meraviglioso fiore nel mezzo del deserto industriale genovese: era parte integrante di Villa Durazzo-Cataldi che fu abbattuta negli anni ’60 del secolo scorso per fare spazio ad una raffineria. Ancora oggi paghiamo a caro prezzo lo scempio edilizio ed industriale dell’Italia del boom economico. Ci sono stati diversi tentativi di recupero, ma attualmente la Cappella di Villa Durazzo-Cataldi versa in stato di profondo abbandono e lo spazio antistante è stato affittato come parcheggio per i mezzi pesanti. Nel mondo urbex è stata definita Chiesa Verde per via dei colori che risaltano all’interno, sulle pareti e dalle vetrate, ed è uno di quei luoghi del quale bisogna parlare, parlare e ancora parlare: perché un recupero è davvero auspicabile e doveroso.

La Chiesa Verde /05La Chiesa Verde /06

La Chiesa Verde /11La Chiesa Verde /13La Chiesa Verde /14

La Chiesa Verde /16La Chiesa Verde /18

La Chiesa Verde /02La Chiesa Verde /12La Chiesa Verde /20

La Chiesa Verde /03La Chiesa Verde /04

La Chiesa Verde /07La Chiesa Verde /08La Chiesa Verde /09

La Chiesa Verde /10La Chiesa Verde /15La Chiesa Verde /19La Chiesa Verde /17

La Chiesa Verde /21

Lascia un commento
L'indirizzo E-Mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *
Nome: *
E-Mail: *
Sito:
Commento: *