Calo di Zuccheri

POSTED ON 28 Feb 2021 IN Reportage

Calo di Zuccheri /17

Ci sono luoghi abbandonati che lo sono da talmente tanto tempo che ormai fanno parte del paesaggio. Diventa un caratteristica e gli abitanti della zona si dimenticano dell’esistenza, come se fosse naturale: perché quando sono nati quella struttura era già in decadenza, già inutilizzata, e diventa fisiologica la presenza. Eppure lo Zuccherificio di Spinetta Marengo non è proprio invisibile, anzi: occupa un’area dismessa di più di 82.000 metri quadri. Dopo varie vicissitudini venne abbandonato al suo destino nel 1980 e la produzione (con tutti i macchinari) trasferita a Casei Gerola. Oggi è rimasto quasi nulla, i muri, le rovine: l’unica parte interessante è il secondo piano dove si trovava quello che probabilmente era una specie di laboratorio e dove sono ancora sono presenti i piani di lavoro ciascuno dotato del proprio lavello: almeno quello che ne rimane.
Da oltre 40 anni si parla di recupero, nel 2006 era entrato a far parte di un progetto interessante di riqualificazione e l’area dello zuccherificio si sarebbe dovuta trasformare in un centro commerciale ad opera di Coop7 ed Esselunga.

Il centro commerciale si fa, poco distante, ma intanto nel 2008, grazie ai rilevamenti effettuati per la costruzione del centro commerciale, si scopre che le falde acquifere di tutta Spinetta Marengo sono inquinate al massimo livello e bloccano i lavori di ampliamento; nel frattempo il progetto Coop7 ed Esselunga ha anche il tempo di fallire, viene salvato con l’intervento dello stato e finisce nell’inchiesta “Alchemia” per sospetti legami con la ‘ndrangheta.

Il destino dello Zuccherificio purtroppo è segnato: rimanere un enorme ricordo di architettura industriale del secolo scorso, destinato con il tempo a crollare su se stesso.

Calo di Zuccheri /15Calo di Zuccheri /14

Calo di Zuccheri /13Calo di Zuccheri /12Calo di Zuccheri /11

Calo di Zuccheri /02Calo di Zuccheri /01

Calo di Zuccheri /10Calo di Zuccheri /18Calo di Zuccheri /20

Come spesso dico l’esplorazione urbana non è solo andarsene a spasso per villette residenziali a fotografare divani polverosi e quadri di vecchi antenati. Esplorazione urbana è anche denuncia, consapevolezza, obbligo morale e sociale. E’ alzare la voce, affinché quando l’onda emotiva di uno scandalo si esaurisce non vada dimenticato nulla. (Federica Previtali)

Calo di Zuccheri /03Calo di Zuccheri /09

Calo di Zuccheri /19Calo di Zuccheri /16Calo di Zuccheri /05

Calo di Zuccheri /08Calo di Zuccheri /07Calo di Zuccheri /06Calo di Zuccheri /04

Lascia un commento
L'indirizzo E-Mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *
Nome: *
E-Mail: *
Sito:
Commento: *