photosnever sleep
Bucket, coachman and horse

Bucket, coachman and horse

Questo foto, scattata in Plaza del Triunfo a Siviglia, arriva dalla lontana estate del 2012: un periodo della mia vita in cui si andava in vacanza per viaggiare e divertirsi; talvolta anche, ma raramente, per riposarsi. Attualmente vado in vacanza (ma quando?) per fotografare. Ma questa è una storia che racconterò un’altra volta. Mi è capitata sotto gli occhi per caso (all’epoca non consideravo questo tipo di immagini) ed è scattata d’istinto: è una foto di street senza volerlo essere. Non mi ricordo bene il momento ma leggendo i dati capisco tante cose: sono le 21 e pochi minuti, il caldo è ancora infernale. Di giorno la colonnina di mercurio è arrivata a toccare i 42 gradi (una foto del pomeriggio mi segnala la temperatura). Non c’è tanta luce e scatto aprendo al massimo il diaframma F/4 con ISO 400. L’esposimetro mi segnala 1/30 ed infatti si nota il mosso del cocchiere: non rovina la foto ma aiuta a capire cosa è appena successo. Lascio a Voi l’interpretazione. ;-)

In Alhambra

In Alhambra

Ho scattato questa foto all’Alhambra, la bellissima fortezza che domina Granada (in Spagna) (Patrimonio dell’Unesco) circa 4 anni fa. Per la precisione nel Patio de los Arrayanes. E’ un luogo decisamente conosciuto (e straordinariamente bello) e quindi entra, di diritto, nella categoria Landmark; però è una foto di strada. Perché ha tutto per esserlo, anche la focale: 50mm (anche se su zoom 24-70). E’ una foto costruita. Mi sono posizionato in un punto preciso, mi piaceva lo sfondo e la cornice che si formava fra la siepe ed il tetto. Ho atteso che passasse qualche soggetto interessante ma niente di niente; allora ho chiesto a Michela di aspettare che non ci fosse nessuno e di camminare a metà fra siepe e palazzo, da destra verso sinistra. Ha dovuto farlo un paio volte perché al fotografo non andava mai bene nulla. Ma poi, alla fine, credo ne sia uscita una foto interessante.

Life is Good

Life is Good

Ho scattato questa foto ormai cinque anni fa. Siamo a Malcesine, un bellissimo paese sul lago di Garda. Nella via che sale al Castello Scaligero si incontra questa piccola bottega piena zeppa di chincaglierie, quello che si può definire un Bazaar. E’ assurdo, improbabile. Fotograficamente perfetto. Avevo già ritoccato la foto all’epoca, ma senza pubblicarla: la post-produzione mi sembrava eccessiva. E probabilmente, nei colori e nei contrasti, lo è davvero. Ma a distanza di tempo mi sembra che il foto-ritocco dia forza e accontenti le aspettative di chi osserva un’immagine di questo tipo. E anche se non mi convince del tutto ho deciso di lasciarla così: nella sua splendida ed assurda esasperazione.