photosnever sleep
Fotografare la fontana di Trevi

Fotografare Trevi #01

Fotografare la gente che fotografa è sempre divertente. Qualche tempo fa (era il 23 ottobre 2004, epoca pre-blog per il sottoscritto) mi sono piazzato con un teleobbiettivo piuttosto spinto nei pressi della fontana di Trevi, a Roma; penso sia il posto al mondo con la più alta densità di fotografi. Sono rimasto poco meno di un’ora e ho visto veramente di tutto: dal supertecnologico con 3 reflex e cavalletto, alla signora anziana con la usa&getta senza dimenticare i giapponesi; tutti i marchi fotografici erano ben rappresentati. Nessuno ha notato un fotografo che anziché scattare verso la fontana fotografava dalla fontana. E’ un’idea che cullo da tempo: presentare un reportage nel quale il protagonista (in questo caso la fontana di Trevi) non appare mai; una sorta di Cloverfield fotografico. :)

Fotografare Trevi #02Fotografare Trevi #03

Fotografare Trevi #04Fotografare Trevi #05Fotografare Trevi #06

La pubblicazione di queste foto è assolutamente illegale: non ho nessun permesso, nessuna liberatoria. Se qualcuno dovesse riconoscersi vince una stampa 40×30 autografata dal sottoscritto e un post dedicato al fatto. ;)
Oh, Feba!

Oh, Feba!

PiùCena

PiùCena

Sono assolutamente e terribilmente distrutto. Sono arrivato a casa alle tre di notte da Roma e questa mattina alle sette in piedi a lavorare. Voglio dormire. Vi lascio solo la mia foto simbolo della PiùCena.

Via Condotti

Via Condotti

Colosseo in Gold

Colosseo in Gold

Innamorarsi al BarCamp

Airelav #01

Fra le tante ragazze presenti al RomeCamp una è davvero riuscito a stregarmi. Non riesco a spiegarmi il motivo: la sua bellezza non è certo appariscente, però ha quel qualcosa, quel quid. Forse il fascino della telecamera (come d’altrocanto esiste il fascino del fotografo), forse l’aria dolce e trasognata, forse quel suo continuo parlare nel microfono. Non lo so, però sono riuscito a farla posare per qualche scatto un po’ estemporaneo, al limite dello scatto rubato. Non ho dovuto faticare molto per convincerla: ho usato la favolosa arma del ricatto. Eh si, in cambio le ho promesso che non avrei pubblicato una certa foto, compromettente. Lei ha dovuto cedere. Perforza. Le foto sono tutte scattate con ISO decisamente elevati (3200) e sono caratterizzate dal tipico effetto grana: è l’unico compromesso per ottenere foto decenti in luoghi pochi illuminati, senza l’utilizzo del flash.

Questo post è stato modificato il 16 Gennaio 2016. Purtroppo la qualità delle foto era davvero scadente (Canon 20D con 28-135) e gli ISO elevati hanno fatto il resto: ho eliminato le peggiori e migliorato, dove possibile, le altre. Ho lasciato solo queste 4, le meno peggio. Fanno parte di un percorso (che non rinnego) e di un periodo che ricordo sempre con affetto.

Airelav #02Airelav #03Airelav #04