photosnever sleep
Abbazia di Sénanque

Abbazia di Sénanque

Tutto questo profumo di fiori mi ha fatto tornare in mente una foto scattata lo scorso anno; e quindi sono andato a cercarla. E’ la celebre abbazia di Sénanque, vista e rivista milioni di volte con la famosissima lavanda provenzale. Possiamo definirla l’immagine simbolo della Provenza e probabilmente anche della lavanda. Ho scattato questa foto prima della fioritura, ad Aprile inoltrato (perché andare nel momento giusto mi sembrava brutto). E’ uno scatto didascalico, un ricordo, niente di fantasmagorico. Ma almeno non è una foto cartolina: per quella serve la lavanda fiorita. ;-)

Profumo di Lavanda

Lavanda #01

Sale San Giovanni è un piccolo comune di quasi 200 abitanti in provincia di Cuneo, al confine fra Liguria e Piemonte. E’ considerata una delle capitali delle erbe officinali e delle piante aromatiche. E giugno è il momento migliore per fotografare le meravigliose distese di lavanda che caratterizzano questa piccola Provenza in terra di Langa. Il cielo questa volta è stato d’aiuto e mi ha permesso di scattare diverse foto interessanti. Ho esasperato toni, colori e contrasti (utilizzando anche l’arma della doppia esposizione) per riuscire ad ottenere delle foto dalle sensazioni pittoriche. Sono decisamente forzate e i puristi della SOOC avranno motivo di lamentarsi e criticare. Ma la fotografia non deve essere obbligatoriamente verità, talvolta può mentire senza doversi vergognare: in questo particolare caso è una via di mezzo fra la realtà e la mia personale visione artistica.

Lavanda #02Lavanda #03

Sale San Giovanni è una piccola Provenza. Un angolo di Alta Langa che ogni anno regala a migliaia di visitatori un caleidoscopio di colori: carta da zucchero, verde salvia, écru. Su tutti il blu profondo della lavanda. Sale San Giovanni torna ad essere la patria delle erbe officinali e delle piante aromatiche. E dove ogni anno fioriscono distese a perdita d’occhio di issopo, camomilla, achillea, salvia, coriandolo, finocchio. Qui si coltivano da sempre.
Messer Tulipano a Pralormo

Messer Tulipano #01

Quando arriva la primavera è il momento di Pralormo e di Messer Tulipano. E’ quasi automatico, fisiologico. Il parco del castello diventa un tripudio di fiori, oltre 70.000 tulipani sbocciano tutti gli anni: è uno spettacolo incredibile, meraviglioso. E’ la natura che si sveglia e annuncia l’arrivo della bella stagione. Non sono un grande esperto/appassionato di fiori ma l’esplosione di colori è da lasciare senza fiato. E il numero di visitatori annui è lì a dimostrarlo. Purtroppo da fotografo devo ammettere che l’orario di visita non è quello che avrei voluto: 10-19 (il sabato) non permette di scattare durante le ore migliori della giornata e riuscire a sfruttare la luce non è proprio facile. Ho provato a variare il tema (mi piace molto la foto ‘da sotto’) ma comunque sempre di tulipani si tratta: rossi, viola, bianchi, gialli, rosa, blu e anche neri, ma sempre e solo tulipani. D’altrocanto il Trio Lescano è diventato celebre proprio con Tulli Tulli Tulli Pan :).

Messer Tulipano #02Messer Tulipano #03Messer Tulipano #04Messer Tulipano #05

Minimal white [with flowers]

Minimal white [with flowers]

Mercado de Artisania [Granada]

Mercado de Artesania #01Mercado de Artesania #02

Granada è celebre per la sua famosa fortezza. E forse anche per una bellissima canzone di Claudio Villa (città del sole e dei fior). Eppure la prima immagine che ho della città dell’Andalusia è il suo mercato dell’artigianato: in pieno centro, dalla piazza principale della città, si snoda Calle Reyes Catolicos, una via strettissima (dalle mie parti sarebbe un caruggio) stracolma di manufatti (presunti tali) di qualsiasi foggia, forma e colore. Tessuti, borse, scarpe, zaini, vestiti, piccoli souvenirs, oggettistica: di tutto e di più. Sembra di essere nel cuore di Marrakesh. Fotografare è un’impresa perchè la via è davvero stretta e la luce fatica ad arrivare (iso 400, f/4 e 1/15 a mezzogiorno, in Agosto) e soprattutto per l’insistenza dei venditori (tipicamente africana) che appena vedono la macchina.foto provano a venderti, con una certa insistenza, i loro prodotti artigianali. Ho fatto un passaggio molto veloce, non ho comprato niente, ma se passate per Granada un giro è obbligatorio.