photosnever sleep
La magia del Calcio Balilla

CalcioBalilla

Quando Alejandro Finisterre inventò il Calcio Balilla probabilmente non immaginava il successo che avrebbe avuto il suo gioco. E quando lunedì scorso mi hanno proposto una partitella io non potevo immaginare a cosa sarei andato incontro. Ero titubante. Ma un paio di amici hanno comprato in società un Calcio Balilla professionale. E lo trasportano in giro. Un Calcio Balilla itinerante, una sfida infinita: dalla piazza del paese sino al giardino di casa mia. Un torneo continuo, una serie di sconfitte (tante) e vittorie (pochissime). Non esiste niente di più social: giocano donne e uomini, bambini e anziani. Non si può rullare e sono vietati i ganci. Non ricordavo quanto fosse divertente una partita: il tempo scorre veloce, le palline entrano in porta, il calcetto è in pendenza ma si continua fra sfottò e risate, fra rimonte e risultati a sorpresa. Una droga, una magia.

Ho scattato questa foto durante una delle mille partite giocate lunedì sera. Ho impostato la priorità di diaframmi a tuttaapertura e controllato il tempo di scatto (1/5). Non volevo utilizzare il flash e ho lasciato la foto come veniva: mi piace l’effetto mosso perché oltre all’idea del movimento mi permette di nascondere i volti dei giocatori e degli spettatori. :)

Related Post

COMMENTI: 2
Lascia un commento
L'indirizzo E-Mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *
Nome: *
E-Mail: *
Sito:
Commento: *
*