photosnever sleep
Wang 2200

Wang 2200

Verso la fine degli anni 80 ero un giovane e rampante informatico. Iscritto al corso “programmatori” di ragioneria la mia era quasi una malattia; passavo gran parte del tempo vicino al mio PC, un Philips senza disco fisso (il 20 mega costava oltre un milione all’epoca) ma con due Floppy da 3,5″, un prodigioso monitor a fosfori bianchi e il fantastico Intel 8088. Ero stato allattato a Sinclair, Spectrum e Commodore, di conseguenza il DOS mi sembrava fantascienza allo stato puro. All’epoca per formattare il disco fisso si usava FDISK e poi si aspettava un’ora. Forse due. Un giorno, nel negozio di un robivecchi, mi sono imbattuto (sempre con mio padre, appassionato di informatica dalla fine degli anni ’70) in questo splendido WANG 2200, datato 21 giugno 1973. Io non ero ancora nato.

Mio padre ha pensato bene di comprarlo per poche decine di migliaia di lire: è composto da tastiera, monitor con lettore di cassette, unità centrale con schede e alimentatore. Bellissimo. Siamo riusciti anche a metterlo in funzione, dopo circa quattro giorni di prove e tentativi. All’epoca internet non c’era e dovevamo basarci sulla fantasia. All’apparizione della scritta “Ready >>” urla di gioia e giubilo. Finiva lì, senza istruzioni il mio giocattolo di una settimana era inutile. Ma anche con le istruzioni dico oggi. Dopo quasi 20 anni e un trasloco, domenica pomeriggio ho provato a riesumarlo: è ancora più antico di come ricordavo. Mi sono venuti i brividi a ricordare quell’epoca: mia di metà anni 80′ e loro inizio anni ’70, entrambi pionieri anche se in modo diverso. Che velocità l’evoluzione. Adesso mi ritrovo questo Wang 2200 in corridoio ma non ho idea del futuro di questo oggetto del passato. Qualche suggerimento?

COMMENTI: 16
Lascia un commento
L'indirizzo E-Mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *
Nome: *
E-Mail: *
Sito:
Commento: *
*